Fallout Wiki
Advertisement
Fallout Wiki
2 510
pagine
Gametitle-FO1.pngGametitle-FO3.pngGametitle-FNV.pngGametitle-VB.pngGametitle-FB.png

Le Vipere sono un gruppo quasi religioso di predoni tribali con forti tradizioni sciamaniche. Provengono dal Vault 15 come gli altri due gruppi a loro collegati, i Khan e gli Sciacalli. Secondo Killian Darkwater la loro base si trova nel Santuario, un luogo a nord di Junktown ma che fu rimosso dalla versione finale del gioco. Attualmente appaiono soltanto in Fallout: New Vegas.

Caratteristiche e organizzazione[]

Le Vipere seguono una misteriosa religione dalle origini molto antiche. Solitamente escono di notte per cacciare o per organizzare degli assalti. Sono feroci nel combattimento ma preferiscono essere furtivi. Solitamente si armano di coltelli e lance di ossa cosparsi di veleno di serpenti mutanti (veleno che, una volta entrato in circolo, è in grado di paralizzare la vittima) e indossano armature di ossa e fasce rosse. Molte delle loro vittime vengono condotte ancora vive nel loro accampamento per essere gettate a mezzanotte in una fossa di serpenti come sacrificio umano.

I leader delle Vipere hanno il compito di condurre le cerimonie e ovviamente di comandare: la fedeltà è un valore fondamentale per le Vipere, che devono quindi essere disposte anche alla morte pur di seguire gli ordini. L'armatura dei capi è simile a quella degli altri, ma egli indossa in aggiunta un teschio di serpente decorato con delle piume come elmo e un mantello di pelle di serpente. Tra i membri delle Vipere inoltre sono comuni tatuaggi e piercing e i soldati più abili vengono chiamati Crimson Tongue, letteralmente "Gole cremisi".

Una volta al mese le Vipere assumono un pericoloso miscuglio di alcol e veleno di serpente per entrare in un profondo stato di trance: si pensa che chiunque non si riprenda da questo stato sia stato considerato indegno dal Grande Serpente e debba perciò essere abbandonato al suo destino. Quando una Vipera raggiunge l'età adulta le viene somministrato una versione corretta del veleno dei serpenti mutanti: coloro che muoiono o che entrano in coma per più di sette notti vengono sacrificati ai Figli del Grande Serpente, cioé a dei serpenti in una fossa del Santuario; coloro che invece riescono a sopravvivere allo stato di delirio indotto dalla sostanza diventano Guerrieri del Serpente, detti anche i Prescelti.

In un altro rituale mensile gli Alti Sacerdoti e Sacerdotesse assumono piccole quantità di veleno, che causano loro strani sogni: questa cerimonia è detta il Momento dell'Evocazione durante la quale molti affermano di essere visitati dal Grande Serpente.

Storia[]

Origini[]

Durante la primavera del 2141 quattro gruppi lasciarono il Vault 15 per avventurarsi nella Zona contaminata. Nell'inverno dello stesso anno tre di questi diventarono gruppi di predoni: i Khan, le Vipere e gli Sciacalli. Le Vipere (allora un gruppo di circa 200 persone) furono fondate e guidate da un uomo di nome Jonathan Faust. Vagando per il deserto, il gruppo raggiunse una piccola oasi con in mezzo un'enorme fossa grande quasi quanto un cratere e decise di accamparvisi.

Mentre Faust osservava la fossa fu chiamato da uno dei suoi uomini, e nel girarsi a controllare perse l'equilibrio e cadde nel buco. Scivolò per più di dodici metri per poi atterrare con una gamba rotta di fronte a una dozzina di enormi serpenti mutanti. Faust urlò terrorizzato, e così il resto del gruppo inviò tre uomini nella fossa a cercarlo: nessuno di questi fece ritorno, e le Vipere persero le speranze.

Il gruppo, senza un capo e bloccato nel deserto senza viveri, decise comunque di rimanere nell'oasi. Dopo aver coperto la fossa con un telone e punte chiodate per isolare gli orrori che vi si nascondevano, il gruppo sconsolato spostò l'accampamento il più lontano possibile da quel buco infernale. I giorni passarono, mentre i più influenti discutevano sul da farsi: alcuni volevano tornare in contatto con gli altri gruppi del Vault 15 e unirsi a loro, altri tornare a vivere nell'inferno sotterraneo che si erano lasciati alle spalle.

Le Vipere[]

Durante questi quattro giorni, la maggior parte del gruppo stava morendo o era già morta. Anche quelli che erano sopravvissuti alle radiazioni erano troppo deboli per mettersi in viaggio, i pochi ancora in forza se n'erano già andati o erano rimasti per aiutare il resto del gruppo a difendersi. Ci volle un'intera settimana perché i superstiti decidessero di andarsene.

Ma mentre stavano facendo i bagagli, una figura quasi spettrale emerse dall'oscurità: era Faust. Ma quello non era il Faust che conoscevano, era un Faust spossato, pallido, emaciato e con uno sguardo febbrile. Jonathan raccontò che mentre era nella fossa un dio lo aveva visitato e gli aveva detto della Vera Via. Avrebbero sacrificato vittime agli Dei della Fossa, e questi li avrebbero ricompensati con ricchezza e felicità.

Questa rivelazione lasciò il gruppo molto sorpreso e scettico, alcuni diedero persino del pazzo a Faust, insultandolo e minacciandolo per le sue parole. Faust li ascoltò pazientemente mentre si sfogavano, poi fischiò, facendo così apparire alle sue spalle due enormi serpi. Le belve si avventarono su tutto il gruppo, nessuno escluso, nemmeno Faust che però, in mezzo alle grida di dolore dei suoi uomini, rideva mentre le vipere mordevano le sue carni.

All'alba, i due serpenti giacevano morti affianco a Faust. Metà dei suoi uomini era morta, l'altra metà era in condizioni critiche e non sarebbe durata più di qualche ora. Solo una quarantina di loro riuscì miracolosamente a sopravvivere al veleno, ma questo non era ancora del tutto scomparso e stava inducendo in loro uno stato di follia. Faust, ormai immune al veleno, li aiutò a superare questo momento (che prenderà poi il nome di Grande Risveglio) raccontandogli di come il Grande Serpente li aveva risparmiati e scelti come suoi missionari.

Fu così che nacque il clan delle Vipere. L'accampamento fu posto nuovamente accanto alla fossa di serpenti, serpenti che avrebbero nutrito con i corpi degli infedeli che non seguivano la via del Dio Serpente.

Decadenza[]

Quando Faust divenne troppo vecchio per continuare a governare fu sostituito dal figlio, Asp. Intorno agli anni 2150 le Vipere avevano raggiunto l'apice della loro potenza attraverso la cattura di schiavi e mercanti: la loro zona di influenza si estendeva fino alla parte nord del The Hub (e a sud del bunker di Lost Hills). Spinti da un impeto di furia religiosa e dal bisogno di provvedere al numero sempre maggiore di uomini, le Vipere iniziarono ad incrementare notevolmente la frequenza dei loro attacchi, attirando l'attenzione della Confraternita d'Acciaio. La Confraternita inviò alcune squadre di ricognizione guidate da Maxson II, padre di John Maxson.

Una delle squadre fu in grado di individuare le Vipere, e durante il combattimento Maxson II venne ucciso da una freccia avvelenata. La reazione della Confraternita non tardò ad arrivare: i Paladini, guidati ora da Rhombus, setacciarono l'intera zona e eliminarono quasi ogni membro delle Vipere nel giro di un mese. Un gruppetto di sopravvissuti riuscì a fuggire a nord e ad est attraverso le montagne: i pochi che avevano comunque deciso di restare in California furono annientati dopo il 2162.

I Mastini di Hecate[]

Gametitle-VB.png I seguenti contenuti sono basati su Van Buren e non sono confermati da fonti canoniche.

Alcune delle Vipere fuggite ad est eventualmente si stabilirono nella parte sudovest degli Stati Uniti diventando parte della fanatica armata tribale di Hecate, una folle dea tribale. I "Mastini di Hecate", come ora venivano chiamati, servivano a Hecate per combattere gli altri tribali e predoni nella zona. La Confraternita d'Acciaio però aveva insegnato alle Vipere un'importante lezione: mai entrare in guerra con un nemico più potente di loro, così nonostante gli ordini di Hecate le ex-Vipere non attaccarono le carovane tra Denver e Hoover Dam. Erano inoltre riusciti ad ammaestrare serpenti a sonagli a due teste che avevano cresciuto nei canyon. Cresciuti abbastanza, i serpenti venivano poi lasciati liberi.

Gametitle-VB.png Fine dei contenuti basati su Van Buren.

Zona contaminata del Mojave[]

Altre Vipere si diressero invece verso la Zona contaminata del Mojave. Qui, conosciuti come Pistoleri Vipere, sono ormai ridotti ad una semplice banda di predoni per via dei costanti attacchi della Confraternita e della RNC. Il loro equipaggiamento è molto vario, anche se solitamente soltanto un membro di ogni gruppo è dotato di armi da fuoco (spesso pistole da 10mm) e le loro abitudini rimangono le stesse. Le Vipere tendono imboscate a coloro che si avventurano in luoghi non segnalati sulla mappa. Le condizioni del loro equipaggiamento sono molto basse, ma occasionalmente alcuni di loro hanno con sé varie armature piuttosto resistenti. Generalmente sono molto facili da sconfiggere, anche se a livelli più alti possono essere equipaggiati con lanciagranate. Gruppi di Vipere possono essere trovati consistentemente in luoghi come la fattoria razziata, l'accampamento Viper della Highway 95, la fattoria Horowitz e sulla strada che parte da Nipton. Esiste inoltre un accampamento con quattro o cinque Vipere non segnato sulla mappa a sudest della caverna delle scorte nascoste. In tutti questi luoghi, le Vipere respawnano anche dopo essere state uccise.

Apparizioni[]

Le Vipere sarebbero dovute apparire in Fallout ma furono poi tagliate e sono solo menzionate da Aradesh, Ian e Killian Darkwater.

Originariamente ci sarebbero dovuti essere altri due gruppi di predoni oltre ai Khan-le Vipere e un altro gruppo, gli Sciacalli. Avevamo questa idea di posizionare le Vipere in mezzo a dei canyon in dei vagoni rotti o delle case su ruote, e che seguissero un culto che venerava dei serpenti, roba del genere. Ci sarebbe anche stata una quest che ti avrebbe permesso di diventare una Vipera onoraria e avventurarti nella fossa di serpenti e ottenere gratis l'abilità extra Mangiatore di serpenti. Purtroppo non abbiamo avuto abbastanza tempo per creare davvero la mappa.

— Jess Heinig

Sono anche menzionati in Fallout 3, nella Cittadella della Confraternita d'Acciaio: un computer contenente informazioni sulla famiglia Maxson rivela che la Confraternita occidentale stava combattendo contro questo gruppo prima di imbattersi nel Maestro. Maxson II fu ucciso da loro.

Appaiono finalmente come nemici in Fallout: New Vegas, anche se ormai frammentati e deboli. Sarebbero anche dovuti apparire in Van Buren, il Fallout 3 cancellato.

Fonti[]

Le informazioni sulle Vipere sono basate sul "documento di progettazione delle Vipere" di Brian Freyermuth, sulla timeline della Fallout Bible 3 e su le informazioni sulla storia del gruppo create da Avellone nella Fallout Bible 6, adattate poi all'universo e al contesto di Fallout: New Vegas.

Advertisement