Costruito in segreto dalla Vault-Tec Corporation dal 2072 in poi, il Vault 79 è stato costruito senza badare a spese per l'occultamento di materiale prebellico, in special modo materie prime preziose come l'oro zecchino. La terra fu acquistata dagli agricoltori locali, già poveri di per sé, da agenti governativi che sostenevano che la terra fosse radioattiva, offrendo loro ingenti somme di denaro come compensazione.

Informazioni e storia pre-bellica[modifica | modifica sorgente]

La sua capacità dichiarata era di circa 120 abitanti, pochi per un Vault così grande. Il numero nella designazione del Vault 79 è stato scelto in riferimento al numero atomico dell'oro, la preziosa risorsa che il caveau era stato progettato per conservare e proteggere. Tutto l'oro del deposito di lingotti a Fort Knox è stato segretamente trasferito al Vault 79 prima della guerra, per fungere da deposito sicuro nell'America centrale e per essere utilizzato come base per ricostruire gli Stati Uniti d'America e l'economia dall'Enclave.

Gli ordini dati ai soldati che lo sorvegliavano includevano il trattamento di tutti gli intrusi come agenti ostili e, per essere trattati come tali, tutti i registri dei turni dovevano essere imballati e consegnati all'ufficiale di guardia, attivare il piano di emergenza quando ordinato e non fumare nell'area.

La segretezza del caveau fu messa a repentaglio nel luglio del 2072 quando un gruppo di soldati a guardia dell'installazione rubò milioni di dollari in segreto e si diresse a investirli in gioco d'azzarso verso Las Vegas. Determinati a metterli a tacere, i soldati furono impegnati in una sparatoria al casinò Ultra-Luxe e, nonostante i loro tentativi di arrendersi, furono tutti uccisi, con l'unico sopravvissuto, il sergente Kathryn Montgomery, che aveva soggiornato nel Lucky 38. Una spia cinese, soprannominata "Shanghai Sally", è fuggita dalla città, ma è stata uccisa nel tentativo di fuggire da Galveston, in Texas, e la sua barca è stata distrutta dalla USS Wade.

Tuttavia, non fu l'ultimo testimone a essere messo a tacere, poiché il suo partner C. Rutkowski e altri del suo gruppo intorno a Berkeley Springs scomparvero poco dopo. La drammatica sparatoria e l'insabbiamento hanno attirato l'attenzione di Flavia Stabo, che ha iniziato a indagare su Montgomery e gli altri soldati e ha trovato il caveau poco prima della Grande Guerra. Stabo fu sepolta in una fossa poco profonda vicino all'ingresso per la sua indagine troppo approfondita, risultando una delle ultime vittime prebelliche degli Usa a causa della costante necessità di segretezza del caveau.

Come per gli altri rifugi, il Vault 79 fu sigillato durante la Grande Guerra nel 2077 dai soldati e dagli agenti dei servizi segreti che erano di turno, informati dell'imminente guerra dall'Aeronautica Militare.

Dopo la Grande Guerra[modifica | modifica sorgente]

Dopo la guerra, il Vault rimase sigillato, in attesa degli ordini dall'esterno sull'utilizzo del deposito d'oro del caveau. In un punto sconosciuto del Vault, avvenne un ammutinamento guidato da un agente soprannominato "Shorty" tra gli abitanti, che uccise molti di loro, e il numero diminuì ulteriormente nel corso degli anni a causa di numerosi suicidi. E' stato stimato che circa altre tre persone nel tempo si tolsero la vita.

Nel 2103, le voci in superficie sul "tesoro dell'Appalachia" attirarono molte persone che lo iniziarono a cercare in tutta la regione e si arruolarono con l'aiuto dell'Abitante del Vault per ottenerlo. Dopo aver violato il Vault 79, i resti del distaccamento dei servizi segreti del Vault permisero all'abitante di andarsene con un po' dell'oro, chiedendogli di portarne altro nel tempo in cambio di progetti militari di armi, munizioni e armature.

Gran parte del personale dei servizi segreti del Vault resterà intenzionato a mantenere la propria posizione, uscendo solo raramente per procacciarsi scorte necessarie a sopravvivere, restando fedele al legittimo governo statunitense rifugiatosi nell'Oceano Pacifico per ricostruire la società con una nuova valuta internazionale.

Layout[modifica | modifica sorgente]

L'ingresso principale al Vault 79 si trova all'interno della Caverna Misteriosa a nord della capanna della famiglia Bailey. Una tastiera può essere trovata su un muro all'interno della grotta, che permetterà col giusto codice di accedere ad un ascensore. Esistono due modi per ottenere il codice randomizzato per l'ascensore:

- Completare la missione "Tesoro sconosciuto a Grafton". Inserire le sei cifre lette (dal tabellone nel banco dei pegni) da sinistra a destra; le prime tre cifre si trovano nella riga superiore e le ultime tre cifre nella riga inferiore.

- Iniziare la missione "Tesoro sepolto" ed ottenere il codice dai Predoni per entrare nel Vault 79.

L'ascensore conduce alla grande caverna di fronte alla caratteristica porta del Vault. Una volta all'interno della caverna, si vedrà un piccolo rimorchio, una piccola sezione di magazzino, un rimorchio per camion con merci e una piattaforma che include il terminale d'ingresso del Vault 79. La porta del caveau non può essere aperta se non si è proseguiti con le missioni di Wastelanders con Predoni o Coloni.

Un altro ingresso al Vault 79 è all'interno di una baracca anche a nord della capanna della famiglia Bailey. Un pulsante di chiamata può essere trovato su un muro all'interno della baracca, ma la griglia del laser non può essere aperta fino al completamento della missione principale del Vault 79: "Segreti rivelati".

Un'ampia varietà di robot ostili e torrette automatizzate circonda le aree principali del caveau, mentre l'area del reattore contiene ghoul selvatici e un wendigo.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.