FANDOM


Gametitle-FO4
Per il prototipo di bambino sintetico creato da Shaun, vedi Shaun (sintetico).
In quel tempo, nell'anno 2227, l'Istituto aveva compiuto grandi passi avanti nella produzione dei sintetici. Ma non era abbastanza. La curiosità scientifica e la ricerca della perfezione li spinsero oltre. Ciò che volevano era... la macchina perfetta. Quindi, seguirono il miglior esempio disponibile... L'essere umano. Cammina, parla, totalmente articolato... Capace di tutto.

— Shaun

Shaun, anche conosciuto come Padre, è il figlio dell'Unico sopravvissuto e il capo dell'Istituto nel 2287. A meno che il giocatore non scelga di stare dalla sua parte, ha il ruolo di antagonista principale di Fallout 4.

Storia Modifica

Shaun aveva meno di un anno nell'ottobre 2077. Il 23 ottobre, durante lo scoppio della Grande Guerra, i suoi genitori si rifugiarono insieme a lui nel vicino Vault 111 mentre le bombe atomiche cominciavano a cadere in tutto il Commonwealth. Non consapevoli del vero scopo del Vault, Shaun e i suoi genitori furono inseriti in delle capsule di sospensione criogenica. Circa sei mesi dopo l'internamento, lo staff abbandonò il Vault 111 in seguito a una rivolta, lasciando tutti i residenti nelle capsule.

I residenti criogenizzati rimasero inerti per circa 150 anni, fino a quando l'Istituto non recuperò dei documenti riguardanti gli esperimenti condotti nel Vault 111. In quel periodo, l'Istituto era disperatamente alla ricerca di materiale genetico non contaminato per poter mettere in atto il suo progetto di creazione di sintetici di terza generazione. Il bambino era la fonte perfetta di DNA puro, e l'Istituto decise di impadronirsene.

A un certo punto del 2277, l'Istituto inviò un suo mercenario, Conrad Kellogg, al Vault 111 per recuperare Shaun. Insieme a due tecnici dell'Istituto, Kellog disattivò le capsule dei due coniugi. Il genitore che condivideva la capsula con Shaun si rifiutò di consegnare suo figlio all'uomo, finendo per essere ucciso da un colpo di pistola del mercenario. L'altro genitore di Shaun, che più tardi verrà soprannominato l'Unico sopravvissuto del Vault 111, riuscirà a fuggire dal Vault soltanto nel 2287.

Shaun fu cresciuto dagli scienziati dell'Istituto come uno di loro e soprannominato "Padre" per via del suo ruolo fondamentale di fornitore di DNA per i sintetici di terza generazione. Col tempo, divenne il direttore dell'Istituto. Quando l'Unico sopravvissuto lo incontrerà, potrà decidere se schierarsi con lui o no.

Shaun è convinto che l'Istituto sia l'unica speranza per l'umanità e prova in tutti i modi a convincere l'Unico superstite di questo. Egli fornisce a quest'ultimo accesso illimitato all'Istituto, lo presenta al personale e gli affida persino delle missioni di recupero di sintetici fuggitivi. La sua idea dell'Istituto è al limite del fanatismo; egli ha una paura irrazionale del mondo in superficie e dei pericoli in cui l'Istituto incombere interagendo con esso. Per questo Shaun desidera far sviluppare l'umanità ancora più sottoterra, lontana dal mondo infestato di radiazioni, mutanti e altri pericoli.

Tuttavia, Shaun non forza la sua opinione sui suoi colleghi. Nonostante la sfiducia nei confronti della superficie, egli è disposto a reclutare individui talentuosi provenienti dalla zona contaminata, e permette loro di raggiungere anche posizioni molto alte (come è successo con Madison Li). Non sembra inoltre essere troppo contrariato in caso il suo genitore non sia d'accordo con lui e continua a supportarlo e incoraggiarlo finché è leale all'Istituto (o perlomeno non lo mette in pericolo).

Essendo stato cresciuto dall'Istituto e non dai suoi genitori, Shaun manca quasi del tutto di empatia e sembra quasi indifferente al ricordo dell'uccisione di uno dei suoi genitori, un "incidente" che definisce un "danno collaterale". Nonostante la sua indifferenza, però, Shaun non ha mai perdonato l'assassino del suo genitore, Conrad Kellogg, e continua a provare odio nei suoi confronti. Esistono tuttavia delle eccezioni al suo carattere: per esempio, quando parla con l'Unico sopravvissuto della distruzione dei Railroad, Shaun si scusa e sembra empatizzare un minimo nei loro confronti.

Egli rivela anche che è stata una sua scelta liberare l'Unico superstite dalla criogenesi e non un malfunzionamento del Vault 111 come questo credeva. Questo perché Shaun ha dei problemi a rapportarsi con il suo genitore ma desidera comunque stringere un forte legame con lui, essendo curioso di cosa sarebbe successo se le circostanze fossero state diverse.

Più tardi si viene a sapere che Shaun soffre di una forma molto aggressiva di cancro, e in uno dei finali l'Unico sopravvissuto, dopo la morte del figlio, esaudisce il suo desiderio e lo sostituisce diventando il nuovo direttore dell'Istituto.

Durante le missioni finali di Minutemen/Confraternita d'Acciaio/Railroad, il Sopravvissuto può parlare con Shaun sul suo letto di morte. Egli rimane convinto fino alla fine che distruggere l'Istituto sia un gravissimo errore che porterà conseguenze terribili. Il suo genitore può convincerlo a rivelare i codici di accesso per disattivare, almeno parzialmente, alcuni dei sintetici di sicurezza. La sua ultima richiesta sarà di andarsene e di abbandonarlo alla sua inevitabile e ormai prossima morte. Se in questo finale si sceglie di salvare il giovane sintetico, quest'ultimo gli consegna un olonastro registrato dal Padre quando era ancora in vita.

Dalla registrazione si viene a sapere che il bambino sintetico è stato riprogrammato per credere che l'Unico sopravvissuto sia un suo genitore, dopo la reazione confusa che aveva avuto durante il primo incontro tra i due (in cui il protagonista era convinto si trattasse veramente di suo figlio). Nell'olonastro, Shaun prega il Superstite di dare una chance all'androide e permettergli di assistere ed entrare a far parte del Commowealth del futuro.

Interazioni con il giocatore Modifica

Panoramica delle interazioni Modifica

Generale Servizi Missioni
Essenziale: Icon no
Compagno: Icon no
Abilità extra: Icon no
Mercante: Icon no
Dottore: Icon no
Affitta letto/stanza: Icon no
Comincia missioni: Icon yes
Ruolo in missioni: Icon yes

Missioni Modifica

  • La guerra non cambia mai: Shaun è ancora un neonato allo scoppio della Grande Guerra. Il coniuge dell'Unico sopravvissuto lo porterà in braccio fino al Vault 111, dove verranno criogenizzati nella stessa capsula.
  • Istituzionalizzato: l'Unico sopravvissuto riesce a raggiungere l'Istituto e incontra per la prima volta dopo il rapimento Shaun, ormai cresciuto e diventato il direttore dell'Istituto.
  • La battaglia di Bunker Hill: Shaun incaricerà il protagonista di recuperare alcuni sintetici fuggitivi che si sono rifugiati a Bunker Hill.
  • L'umanità ridefinita: dopo aver parlato con il Sopravvissuto sul tetto delle rovine del C.I.T., Shaun presiede la riunione del direttorato, dove rivela le sue condizioni mediche e nomina il protagonista come suo successore.
  • Famiglia nucleare: Shaun incontra per l'ultima volta il Superstite sul suo letto di morte, dove quest'ultimo lo assicura di aver eliminato tutte le minaccie in superficie e assicurato la vittoria dell'Istituto nel Commonwealth.

Inventario Modifica

Abiti Armi Altri oggetti Alla morte
Camice del Padre Pistola dell'Istituto automatica Tappi


Curiosità Modifica

  • La giostra sulla culla di Shaun suona la stessa canzone che si sente nella missione Primi passi di Fallout 3.
  • L'aspetto di Shaun varierà a seconda di quello di Nate e Nora, in modo simile a come James aveva caratteristiche diverse a seconda dell'etnia del Vagabondo solitario in Fallout 3. La tonalità della sua pelle e la forma e il colore dei suoi occhi saranno influenzati da quelli dei suoi genitori.
  • Prima e dopo la caduta delle bombe, vicino alla sua culla è possibile trovare una copia del libro Sei S.P.E.C.I.A.L. che può essere usato per aumentare di un punto uno dei parametri SPECIAL del giocatore.
  • I dialoghi di Nate e Nora rivelano che Nora rimase incinta di Shaun durante una visita al parco.
  • Se si sceglie il finale dell'Istituto, nella stanza principale dell'Istituto, di fronte alla sezione di robotica, sarà costruito un memoriale a Shaun con cui è possibile interagire.
  • È possibile danneggiare Shaun senza renderlo ostile.
  • È possibile uccidere Shaun subito dopo il primo incontro con lui. Ciò renderà permanentemente ostile l'Istituto, negando l'accesso a determinati finali.
  • Shaun è uno dei pochi personaggi ad avere una morte programmata e che non sopravviverà in nessuno dei quattro finali, a prescindere dalle azioni del giocatore.
  • Se si diventa nemici dell'Istituto, potrebbe essere Shaun a fare il discorso su Diamond City Radio durante la missione Massima potenza.
  • Nonostante nel primo incontro con il giocatore Shaun affermi di essere disarmato, egli avrà una pistola dell'Istituto e alcune celle di fusione.

Apparizioni Modifica

Shaun appare solo in Fallout 4.

Galleria Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.