Fallout Wiki
Advertisement
Regno d'Acciaio.png

Steel Reign (letteralmente "Regno d'Acciaio") è l'ottavo aggiornamento principale per Fallout 76, subito dopo Locked & Loaded, che aggiungeva solamente alcune migliorie di gioco, tra cui la possibilità di migliorare la propria build attraverso una doppia configurazione di carte talento. Steel Reign invece, si occupa della conclusione della storyline della Confraternita d'Acciaio Appalachiana, introdotta in Steel Dawn, oltre a un sistema di creazione di oggetti leggendari e l'introduzione di armature leggendarie. È stato seguito da Fallout Worlds, mondi personalizzabili.

Subito dopo gli eventi di Steel Dawn, le tensioni tra il Paladino Rahmani e il Cavaliere Shin hanno raggiunto i loro limiti. I supermutanti hanno anche iniziato a rapire diverse persone in Appalachia, iniziando a circolare sempre più frequentemente e in maniera sempre maggiore. La leadership della CdA è divisa su come affrontare il problema e impedire che altre persone scompaiano o vengano ingiustamente uccise.

La pista iniziale che si legava alla sparizione degli abitanti appalachiani porterà l'abitante del Vault 76 ad indagare e a cercare le tracce di una misteriosa compagnia commerciale, conosciuta da pochi e solo per alcune operazioni sospette. Recandosi nel loro quartier generale, dopo aver ottenuto alcune informazioni in più dai rivali della Blue Ridge Caravan Company, l'abitante del Vault 76 riuscirà a capire il loro ruolo nella faccenda: essi erano stati assoldati da una figura oscura per rapire gli abitanti, rivenduti poi ad essa in un luogo segreto dell'Appalachia.

Dopo una serie di missioni per rintracciare la fonte del problema della crescita esponenziale del numero di supermutanti ed il luogo di scambio dei civili rapiti, l'abitante del Vault 76, ormai membro stabile nella CdA, si troverà finalmente ad affrontare la figura dell'enigmatico Dr. Blackburn nel lontano Vault 96. Tale figura era già stata incontrata dall'abitante durante la prima missione svolta per la Confaternita, ovvero i numerosi interrogatori svolti ad abitanti in cerca di aiuto, in cui tale misteriosa figura chiedeva la possibilità di essere aiutato a sviluppare una ricerca che sosteneva avrebbe aiutato a salvare la gente di tutta l'Appalachia. A causa della negazione degli organi superiori della CdA, lo scienziato inizierà la ricerca in proprio, rivelando essere un nuovo studio sul VEF su cui egli aveva già lavorato prima della Grande Guerra, come scienziato della West Tek.

I piani finali di Blackburn per disperdere in tutta la regione la versione da lui ritenuta "corretta" del VEF era stato programmato in netto anticipo e l'aumento del numero di supermutanti nella zona fu dovuto proprio ad essa. L'abitante del Vault 76 dovrà dunque impedire che un altro esperimento artificiale potenzialmente orribile vada storto. Una volta sbarazzatici degli ultimi mercenari Hellcat (decidendo se eliminarli definitivamente o lasciarli andare), libereremo alcuni civili usate come cavie e imprigionati all'interno del Vault 96, proseguendo poi verso la postazione di comando del Dr. Blackburn. A questo punto ci raggiungeranno il Cavaliere Rahmani e il Paladino Shin e potremo scegliere chi dei due sostenere in alcune scene di dialogo, nei penultimi passi della missione finale. Non importa chi dei due sceglieremo però, perché la storia progredirà con lo stesso finale. Blackburn ci condurrà al sito di dispersione del VEF, dove i suoi colleghi scienziati sono velocemente al lavoro. In un dialogo con Blackburn, egli cercherà di convincerci fino in fondo ad accettare il suo esperimento, credendo fermamente di poter creare una razza di superuomo invincibile, capace di potersi adattare in questo nuovo mondo mutato dalle radiazioni. Egli non mostrerà alcuna compassione per le sue cavie, ovvero gli umani catturati nella regione, i quali dovrebbero invece essergli grati perché utili a migliorare la specie umana. Le loro morti non lo smuoveranno in alcun modo, poiché nella scienza il sacrificio è utile e necessario se serve per una causa infinitamente più grande, e comunque essi sarebbero morti lo stesso in pochi anni fuori dal Vault, uccisi da animali, predoni o dalle radiazioni stesse. Nonostante le sue parole di convincimento, l'abitante del Vault 76 non mostrerà alcuna pietà verso di lui e, per dimostrare la bonarietà del suo esperimento, egli deciderà di provare il nuovo VEF da lui sviluppato sul proprio corpo, dimostrando all'abitante di sbagliarsi a non sostenerlo. Attraverso un sistema robotizzato del Vault, Blackburn si sottoporrà al siero ma qualcosa andò storto e si tramuterà in pochi secondi in un colosso supermutante impazzito, che distruggerà il laboratorio e che verrà eliminato dall'abitante del Vault.

Una volta ucciso Blackburn, tuttavia, sorgerà il vero dilemma di Steel Reign, poiché dovremo scegliere il destino degli scienziati che lo hanno assistito. È qui che le diverse opinioni di Rahmani e Shin sul vero scopo della Confraternita d'Acciaio si scontrano definitivamente, con una complessa decisione etico-morale in Fallout 76, la più grande mai presa su questo titolo. Il Cavaliere Rahmani infatti, crede che gli scienziati dovrebbero essere risparmiati in modo che possano lavorare sotto la stretta sorveglianza della Confraternita, per fare ammenda dei loro peccati. Il Paladino Shin, invece, pensa che le loro azioni siano irredimibili e che debbano essere giustiziati sedutastante, per evitare che un pericolo del genere possa ripetersi. I giocatori possono inoltre parlare con gli scienziati e comprendere i loro diversi punti di vista. Molti di essi infatti, avendo visto i risultati del VEF sul Dr. Blackburn inizieranno ben presto a ricredersi dell'esperimento, altri invece penseranno che l'esperimento stava portando i suoi frutti e che avevano solo bisogno di qualche altro aggiustamento per sistemare il tutto. Tutto ciò renderà la nostra decisione finale ancora più difficile.

La decisione dell'abitante del Vault 76 mostrerà alla fine se i giocatori preferiscono la redenzione o la giustizia, e quale ruolo credono che la Confraternita d'Acciaio debba avere, essere una potenza altruista, che supervisiona armi e utensili anteguerra pur aprendosi al mondo esterno senza discriminare mutanti, ghoul o umani, oppure essere un gruppo basato sull'autoritarismo, chiuso nei propri bunker per preservare la tecnologia prebellica, aiutando i pochi a dispetto di molti. Sostenendo uno dei due personaggi, l'altro PNG lascerà la Confaternita appalachiana per perseguire i propri interessi altrove (in questo caso Rahmani) o tornare dagli Anziani in California, per fare rapporto e disconoscere il gruppo ribelle (Shin). I giocatori possono scegliere anche di attaccare i PNG piuttosto che lasciarli andare via pacificamente, il che fa sorgere spontanea una domanda: Risparmiarli o meno avrà qualche effetto sulla narrazione del gioco negli anni a venire? Essi si ripresenteranno? In ogni caso, il giocatore verrà nominato Cavaliere Errante dal capo della Confraternita appalachiana, il più grande titolo raggiungibile in gioco. Dopo l'investitura del titolo, Steel Reign chiuderà l'attuale storia della CdA in Fallout 76 in modo definitivo e il numero di supermutanti inizierà a diminuire.

Advertisement