FANDOM


Cottonwood Cove

Cottonwood Cove è un accampamento della Legione di Caesar situato nella zona contaminata del Mojave a est di Camp Searchlight sulla riva occidentale del fiume Colorado.

Storia Modifica

Prima della guerra, Cottonwood Cove era un piccolo resort turistico. Rimasta disabitata per circa 200 anni, è stata in seguito occupata dalla Legione di Caesar, che la ha scelta per la sua posizione strategica in seguito al disastro di Camp Searchlight. Diventata in poco tempo il più grande accampamento della Legione a ovest del fiume Colorado, è utilizzata come punto d'appoggio in Nevada per far arrivare truppe e scorte provenienti dagli accampamenti principali in Arizona.

L'accampamento è comandato dal centurione Aurelius of Phoenix. Stazionate permanentemente ci sono solo due contubernia (composte da 8 soldati l'una), il cui compito principale è di catturare schiavi nelle zone limitrofe. Questi vengono imprigionati a Cottonwood Cove per poi essere spediti in Arizona. Nonostante l'esiguo numero di soldati, in pochi mesi sono riusciti a catturare o uccidere più di 60 persone.

Descrizione Modifica

Ai lati della strada che raggiunge Cottonwood Cove da Camp Searchlight sono piantate diverse croci alle quali sono stati appesi alcuni di quelli che sono stati catturati dalla Legione. Tra questi c'è Anders, un Great Khan che può essere liberato durante la missione Aba Daba Honeymoon. Il campo della Legione è situato nel vecchi parcheggio. Qui sono situati due edifici: il QG, all'interno del quale sono situate la stazione radio al primo piano e l'ufficio di Aurelius of Phoenix al secondo, e il magazzino, di fianco al quale è anche situata una gabbia nella quale vengono rinchiusi gli schiavi catturati in attesa di essere inviati in Arizona. In questa zona trascorre inoltre la maggior parte della sua giornata Canyon Runner, l'ufficiale della Legione responsabile della gestione degli schiavi. Di fianco a questi edifici son invece situate le tende all'interno delle quali dormono i legionari; qui si può inoltre trovare il decano Severus, il secondo ufficiale del campo.

Il destino di Cottonwood Cove può essere deciso durante la missione Occhio per occhio, nella quale il Corriere può rilasciare il carico radioattivo di un camion abbandonato sul promontorio che domina l'accampamento e uccidere tutti i suoi abitanti, rendendo la zona permanentemente inabitabile e vendicando così il disastro di Camp Searchlight. Durante la missione Ho lasciato il mio cuore si può inoltre liberare la famiglia Weathers, un gruppo di coloni catturato dalla Legione in attesa di essere inviato in Arizona, comprandoli da Canyon Runner.

Abitanti Modifica

Edifici Modifica

Missioni correlate Modifica

Curiosità Modifica

  • Se ci si avvicina a Cottonwood Cove in compagnia di Boone, quest'ultimo avviserà il giocatore che si stanno avvicinando a un campo della Legione, che ci era già stato in precedenza e che sparerà a vista a chiunque incontri sulla sua strada.
  • Dopo che tutti i legionari sono stati uccisi, occasionalmente si può sentire Boone esprimere disappunto che non ce ne fossero di più.
  • Se Cottonwood Cove è stata inondata di radiazioni, dopo che il giocatore ha ottenuto il marchio di Caesar, il portaordini Lucullus sarà comunque presente per accompagnarlo al Forte, ma indosserà una tuta antiradiazioni.
  • Se i barili radioattivi vengono rilasciati prima di aver liberato i Weathers, questi rimarranno uccisi e la missione Ho lasciato il mio cuore fallirà.
  • Rubare dall'ufficio di Aurelius of Phoenix causa una perdita di karma.
  • A sinistra del punto in cui ci si ritrova quando si viaggia velocemente a Cottonwood Cove, è presente una roccia sulla quale è scritta la frase "The sun is killing me" ("Il sole mi sta uccidendo"), esattamente a metà strada tra due croci.

Dietro le quinte Modifica

  • Cottonwood Cove è realmente un campeggio e marina situato sulla riva del Lago Mojave circa 65 km a sud di Las Vegas.

Apparizioni Modifica

Cottonwood Cove appare solo in Fallout: New Vegas.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.