FANDOM


La base militare di Mariposa era una struttura militare top secret degli Stati Uniti costruita per ospitare la ricerca sul virus a evoluzione forzata precedentemente condotta dalla West Tek, che deteneva una delle sue industrie principali (da quel che sappiamo fino ad ora) in Appalachia, precisamente in West Virginia, vicino alla cittadina di Huntersville.

Storia Modifica

Il progetto VEF Modifica

Nel 2076, la divisione NBC di West-Tek ottenne risultati rivoluzionari nel progetto Pan-Immunity Virion. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, temendo lo spionaggio internazionale, trasferì una squadra militare sotto il comando del colonnello Robert Spindel e del capitano Roger Maxson sul sito per garantire e supervisionare il progetto, ora soprannominato il progetto FEV (Forced Evolutionary Virus). Il 7 gennaio 2077, tutte le ricerche del FEV californiano furono trasferite nella nuova base militare di Mariposa dalla struttura di West Tek per iniziare il test del virus su soggetti umani. Il team di sicurezza è stato trasferito anche alla base di nuova costruzione, per proteggere le ricerche in corso all'interno della struttura. Non sono stati informati della natura della ricerca.

Questa segretezza fallì poco prima del 10 ottobre 2077, quando i soldati di stanza alla base scoprirono i test umani che stavano avvenendo alla base, aggravati dal fatto che gli scienziati stavano usando prigionieri militari come soggetti di prova. Il colonnello Spindel ebbe un esaurimento nervoso, rinchiudendosi nel suo ufficio, lasciando il capitano Maxson a gestire il deterioramento della situazione alla base. I soldati urlavano sangue e diventarono sempre più aggressivi.Quando due giorni dopo, il 12 ottobre, il capitano fermò un soldato dall'assassinio di uno scienziato, ordinò agli scienziati di essere interrogati.

Il primo scienziato ad essere interrogato dal Capitano Maxson fu Robert Anderson, capo ricercatore del gruppo di ricerca di Mariposa. Anderson ha spiegato che i test presso la struttura sono stati sanzionati e, di fatto, ordinati dal governo, mentre ha delineato gli esperimenti al capitano. Quando Maxson ha rifiutato di credergli, lo scienziato ha perso il coraggio e ha iniziato a urlare come stesse solo seguendo gli ordini e che fosse anche un militare. In risposta, il Capitano Maxson lo uccise.

Ciò ha stabilito Maxson come leader della ribellione. La sua posizione fu ulteriormente rafforzata il 15 ottobre, quando il colonnello Spindel si suicidò quando i suoi uomini fecero irruzione nel suo ufficio. Le successive interrogazioni di scienziati finirono invariabilmente in esecuzioni. Erin Shellman ha tenuto il più a lungo, quasi convincendo il capitano che gli esperimenti erano stati davvero ordinati dal governo. Il 20 ottobre 2077, il Capitano Maxson dichiarò la sua unità in piena secessione dagli Stati Uniti, tentando di costringere il governo a rispondere alla situazione a Mariposa. Nessuna risposta è arrivata. Due giorni dopo, ordinò alle famiglie di soldati sotto il suo comando di rifugiarsi all'interno della struttura.

Il 23 ottobre 2077, scoppiò la Grande Guerra. Mentre Maxson era a metà strada per indovinare la storia del capo ricercatore Leon von Felden, la struttura perse il contatto con il mondo esterno quando le armi nucleari iniziarono a cadere. Risparmiato dalla devastazione nucleare, Mariposa proteggeva gli abitanti dalle ricadute nucleari che inondavano la terra desolata. Temendo che la Cina avrebbe presto compensato la svista, il 24 ottobre, Maxson ordinò ai suoi soldati e alle loro famiglie di prepararsi a lasciare la base il giorno successivo.

Il 25 ottobre, il sergente Platner si offrì volontario per fare letture atmosferiche fuori dalla base. Non sono state segnalate quantità significative di radiazioni nell'atmosfera e sono stati intrapresi i preparativi finali per l'esodo. Il 26 ottobre, Maxson ordinò che i resti degli scienziati fossero sepolti nei rifiuti fuori dalla base. Il giorno dopo, il 27 ottobre, ex militari statunitensi e le loro famiglie lasciarono la base sotto la guida del capitano Roger Maxson, diretto al bunker del governo Lost Hills nel sud.

La nascita del Maestro Modifica

La base fu lasciata sigillata, ma nel corso degli anni cadde lentamente in rovina e alla fine varie creature si fecero strada all'interno, mutando a causa di F.E.V. l'esposizione e infestare l'area circostante, attaccando gli insediamenti umani e le carovane in erba. Il problema stava diventando sempre più grave, al punto in cui Harold, un maestro di roulotte dell'Hub, organizzò una spedizione nel 2102 per localizzare e distruggere la fonte dei mutanti.

Il dottor Richard Gray era uno degli esploratori che faceva parte della spedizione. Harold condusse gli uomini a Mariposa, ma non riuscì a rendere conto delle difese automatizzate, che erano ancora online, e attaccò prontamente gli esploratori. Dopo aver subito pesanti perdite, si diressero verso il più profondo, quarto livello, i tini F.E.V, dove una gru si schiantò contro i due esploratori sopravvissuti, Harold e Richard Gray. Il primo è stato eliminato, il secondo è atterrato in una delle vasche dei virus, cedendo a un grave sovradosaggio.

Nel dolore, orribilmente mutato, strisciava nella sala di controllo, mentre il suo intelletto cresceva. In pochi giorni, venne neurolink al computer di base, attingendo alle sue considerevoli banche dati. Mentre creava l'idea dell'Unità, i vagabondi iniziarono ad entrare nella struttura e Gray li catturò e li immerse pazientemente, al fine di creare esseri perfetti come lui. Quando furono creati i primi veri super mutanti, iniziò a creare un vero esercito mutante, decidendo allo stesso tempo di cercare una base permanente di operazioni. Nel 2155, una delle sue pattuglie trovò un gruppo di abitanti del caveau del Vault di Los Angeles, e prese la decisione di trasferirsi lì, occupando il caveau.

La base fu affidata al tenente, una delle più grandi menti super mutanti esistenti. Mariposa fu ricostruita e ripulita, diventando di nuovo la magnifica base militare che era prima della guerra. I supermutanti vagavano per le sale, rifornendo gli arsenali e le baie mediche e presto divenne l'area di sosta per il loro assalto all'umanità, nonché l'unico centro di produzione di supermutanti.

Poi venne l'Abitante del Vault nel 2162. Non è noto se si sia infiltrato o meno nella base; basti dire che, una volta terminato, Mariposa era poco più che una rovina frastagliata e fumante.

La mano dell'Enclave Modifica

L'esistenza della base militare di Mariposa è stata elencata nei registri dell'Enclave, che ha permesso all'Enclave di trovare la base e iniziare i loro scavi. Il 20 luglio 2236, gli esploratori dell'Enclave (ri) scoprirono le rovine della base militare di Mariposa. Il Corpo Chimico e altri scienziati iniziarono a perlustrare la base, mentre le squadre d'assalto iniziarono a radunare schiavi da usare per scavare la base. Nel processo, catturano Melchior dalla città di Redding. Gli scavi sono iniziati a settembre. Gli schiavi e le squadre di costruzione scavarono nella base crollata, rimuovendo tonnellate di roccia. I deserti non protetti sono stati esposti a bassi livelli di FEV nelle rovine, rilasciati dopo che la base si è autodistrutta e hanno iniziato a verificarsi mutazioni. Allo stesso tempo, Frank Horrigan è esposto al virus e inviato alla Control Station Enclave per lo studio. A ottobre, Melchior (ora in mutazione) si rese conto che l'Enclave avrebbe eseguito lui e gli altri non appena avessero recuperato i dati del FEV e dei virus. Cominciò a nascondere di nascosto armi per i mutanti in previsione dello scontro. Gli scavi sono terminati nel gennaio del 2237. Poco dopo gli scienziati dell'Enclave riescono a ottenere un campione puro di FEV e a lasciare la base, i mutanti insorgono contro i loro sorveglianti dell'Enclave. Dopo aver subito pesanti perdite, le forze dell'Enclave caddero indietro e sigillarono i mutanti. I restanti schiavi super mutanti di prima e seconda generazione rimasero nella base e il gruppo formò una nuova comunità sotto la guida di Melchior, i cui talenti magici avevano permesso loro di nascondere le armi.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.